Vai al contenuto della pagina

Stato di attuazione

Stato di attuazione

Ventidue progetti in corso di attuazione per un investimento di circa 55 milioni di euro. Una dotazione finanziaria che con le risorse destinate ad altre iniziative localizzate nel territorio, come quelle che riguardano la valorizzazione del Parco di Tepilora, della miniera di Sos Enattos a Lula e dell’area di Su Suercone, raggiunge circa i 100 milioni di euro.

Nell’ambito “Scuole del nuovo millennio” vengono realizzati il Progetto generale sulla nuova organizzazione scolastica (scuole 2° ciclo) con un finanziamento di 5 milioni e 340 mila euro (presentato da Provincia di Nuoro) e il Progetto pilota contro la dispersione scolastica (scuole 1° ciclo) per un importo di 3 milioni e 350 mila mila euro (Unione dei Comuni Valle del Cedrino).

L’obiettivo è quello di ridurre la dispersione scolastica e favorire il miglioramento delle competenze degli studenti sardi e l’innalzamento qualitativo degli studi a tutti i livelli.

Nel settore “Ambiente e cultura, Competitività agroalimentare” i progetti in corso di attuazione sono: Visit Nuorese con un importo di 820 mila euro (Provincia di Nuoro e Confesercenti); Ecosistema ospitale (150 mila, Unione Comuni del Montalbo); Start up del Tepilora (550 mila euro, Ente Parco Regionale del Tepilora); Strada del vino Cannonau (340 mila euro); Airport Museum box (444 mila euro, Comune di Orani e Fondazione Nivola), Geoartnet (2 milioni e 500 mila euro, Comune di Orani e Fondazione Nivola), Distretto Culturale (un milione e 669 mila euro, Camera di Commercio) e Sistema Museale (Comunità Montana Gennargentu-Mandrolisai), con un investimento complessivo di oltre 10 milioni di euro. Con queste azioni si vuole costruire un sistema ambientale, produttivo, culturale ed enogastronomico che possa essere proposto, in modo integrato, come attrattore turistico di forte richiamo.
Nell’ambito “Manifatturiero innovativo e competitivo”, i progetti mirano ad agevolare lo sviluppo del settore manifatturiero locale, agevolando la nascita, l’insediamento e la crescita di imprese innovative in grado di competere sui mercati nazionali e internazionali.

Attraverso bandi vengono attuate queste iniziative: Progetto per lo sviluppo del marmo di Orosei con un finanziamento di 2 milioni di euro (soggetto proponente Confindustria Nuoro); Punto di conferimento scarti di lavorazione (un milione e 500 mila euro, proposto da Confindustria Nuoro); Export rete Manna (un milione di euro, proposto da Confindustria di Nuoro); Distretti urbani e del commercio (700 mila euro, proposto dall’Ascom Nuoro).

All’interno di quest’ultimo ambito tematico viene sviluppato, attraverso uno stanziamento di 2 milioni di euro, un progetto di formazione a regia regionale e ad attuazione territorializzata per rispondere ai fabbisogni formativi espressi all’interno dei diversi progetti presenti nel Piano di Rilancio del Nuorese.
L’ambito “Infrastrutture per la crescita” ha l’obiettivo di completare le infrastrutture necessarie allo sviluppo e al rilancio del territorio, in particolare delle infrastrutture funzionali all’attuazione delle idee progettuali approvate dal Piano di rilancio del Nuorese.

I progetti in via di realizzazione sono il Centro per la valorizzazione e la logistica dei materiali lapidei destinati alle seconde lavorazioni e la discarica degli sfridi della lavorazione del marmo (5 milioni e 700 mila euro, Unione dei Comuni Valle del Cedrino e Confindustria Nuoro); il nuovo collegamento e svincolo della zona industriale di Pratosardo con la SS 131 dcn (un milione e 800 mila euro, comune di Nuoro e Confindustria) e l’adeguamento Porto turistico “ La Caletta” (3 milioni di euro, Comune di Siniscola e Confindustria).

Vengono poi sostenute due azioni previste nel progetto Area Vasta di Nuoro che è parte integrante del Piano di Rilancio del Nuorese: la riqualificazione degli spazi e degli edifici dell'ex Artiglieria (3 milioni e 850 mila euro), a riqualificazione dell'ex Mulino Gallisai (2 milioni) e l’intervento a favore della ricerca e della didattica all’interno del Consorzio per la promozione degli studi universitari nella Sardegna centrale (progetto Restart) con una dotazione finanziaria di 5 milioni e 729 mila euro.

Nell’ambito del Piano di Rilancio del Nuorese sono stati poi finanziati alcuni interventi che riguardano l’area di Su Suercone (circa 5 milioni di euro sulla base del progetto sottoscritto dalla Regione e dalla Comunità montana Nuorese, Gennargentu, Supramonte, Barbagia e sindaco di Mamoiada per un totale di 10 milioni di euro), sito di importanza comunitaria, Sono previsti interventi di valorizzazione ambientale finalizzati al miglioramento della competitività e dell’attrattività turistica.

È stato infine finanziato un progetto che riguarda la miniera di Sos Enattos a Lula (Unione dei Comuni del Montalbo) e che è finalizzato alla piena valorizzazione del sito.


Consulta la sintesi sullo stato di attuazione [file.pdf]